Topnegozi Blog Tecnologia Cos'è il cashback sugli acquisti online e come funziona

Cos’è il cashback sugli acquisti online e come funziona

🕒 Tempo di lettura: 5 minuti –

Non solo un semplice rimborso di denaro: il cashback costituisce oggi un’opportunità di incremento delle vendite nel commercio on line, ma anche in quei negozi fisici che hanno saputo adeguarsi ai tempi nuovi, accettando i pagamenti via smartphone. Nel nostro sito Topnegozi.it trovi la selezione dei migliori negozi che offrono cashback sugli acquisti online, hai dato un occhio? Ma oggi, vogliamo spiegarti a modo nostro, cos’è il cashback sugli acquisti online e come funziona!

Le moderne dinamiche di pagamento, meccanismi nuovi e nuove opportunità

Con la reputazione di essere un formidabile strumento di fidelizzazione della clientela, da qualche tempo il cashback si va affermando con successo anche nel nostro Paese, tanto che c’è allo studio una proposta di legge che prevede una forma di cashback “fiscale” per chi decida di saldare gli acquisti con carta di credito o bancomat.

In realtà il cashback è un meccanismo relativamente nuovo: nel resto del mondo, soprattutto in USA e nel Regno Unito, dove nacque poco più di dieci anni fa, è già in uso sin dai suoi esordi; quasi subito è stato importato anche in Italia, dove attualmente conta sei piattaforme di servizio attive e una buona percentuale di utenti, mostrandosi in fortissima crescita.

Il sistema di cashback offre al compratore l’opportunità di ottenere il rimborso di una parte dell’importo speso, operazione che, di solito, avviene dopo aver perfezionato un certo numero di acquisti presso la medesima piattaforma; ma sono frequenti i cashback promozionali o personalizzati, ovvero programmati in relazione ad eventi speciali o collegati all’utilizzo di una app di pagamenti.

Il meccanismo del cashback è semplice e intuitivo: uno dei suoi principali “effetti collaterali” (…non indesiderati ma, al contrario, molto funzionali), è quello di iniziare anche gli utenti meno avvezzi ai pagamenti digitali, attraendoli con i numerosi vantaggi che il cashback offre loro.

Definizione di cashback

La traduzione letterale di questa espressione di conio anglosassone è “soldi (contanti) indietro” e rappresenta il processo di riaccredito di parte della spesa sostenuta dall’utente, quando acquista presso i siti on line dei negozi convenzionati, ovvero appartenenti al circuito di cashback.

In pratica, una frazione di quanto abbiamo pagato per acquistare un prodotto o un servizio, ci viene restituita.

Funzionamento del cashback

Al centro del sistema di cashback si trova, come intermediario, un circuito che intrattiene un rapporto di affiliazione con i singoli portali di commercio on line, dai quali riceve una commissione per ogni acquisto effettuato tramite la sua mediazione. La somma che costituisce la commissione, viene suddivisa tra il sito di cashback e l’acquirente, al quale viene restituita una frazione della spesa secondo la percentuale stabilita nell’accordo con il negozio partner.

È di tutta evidenza che un simile rapporto di collaborazione commerciale è soddisfacente per tutte le parti coinvolte: il sito di e-commerce allarga la vendita e la diffusione dei suoi prodotti o servizi grazie all’intermediazione del sito di cashback, il quale, a sua volta, riceve una commissione per ogni acquisto veicolato; anche l’acquirente finale riceve una gratifica, consistente nella restituzione di parte della somma spesa.

Va precisato che il servizio di cashback non è uno “sconto” sulla merce venduta, ma una restituzione di parte della somma pagata, che rimane sempre uguale al prezzo originariamente fissato dal venditore per il prodotto o per il servizio.

Di solito la restituzione di parte dell’importo speso avviene, su richiesta dell’acquirente, con accredito sul suo conto bancario, su conto PayPal; altre volte può avvenire in buoni regalo Amazon. Solo nel caso di carte di credito cashback (il cui meccanismo vedremo, subito dopo, più in dettaglio), l’accredito avviene automaticamente ad ogni singola operazione di pagamento.

Tipologie di cashback

Il cashback online può essere definito, dunque, come una forma generica di risparmio: qualunque sia la somma spesa, una percentuale di essa verrà comunque accreditata “di ritorno” sul conto dell’acquirente; generalmente il riaccredito cashback medio si ottiene in una misura che varia tra il 3% e il 15% di quanto si spende.

Nel caso delle carte di credito cashback l’ulteriore vantaggio è che possono essere utilizzate per qualunque tipo di pagamento e indipendentemente dalla circostanza che il negozio sia partner o meno del sito di cashback.

L’unico svantaggio è che la percentuale di rimborso garantita è piuttosto bassa (intorno all’1%) e la carta cashback ha un canone mensile più oneroso rispetto alle normali carte di credito; rimane conveniente, quindi, specialmente in caso di utilizzo abituale.

Per chi è solito acquistare in line, comunque, il sistema di cashback è redditizio nel suo complesso, considerando che i suoi vantaggi si sommano a quelli già offerti dal mercato dei coupon sconto digitali (scopri cliccando qui come funzionano) e dai suoi requisiti tipici: la vastità dell’offerta, composta da migliaia di negozi, l’approccio semplificato e la comodità di non dover cambiare le proprie abitudini di acquisto né le modalità di pagamento, anche perché i tracciamenti avvengono automaticamente.

Un accorgimento da adottare sempre prima di effettuare un acquisto online e, a maggior ragione, prima di procedere ad un pagamento che preveda il cashback, è verificare l’affidabilità della piattaforma. Nello specifico, accertare l’effettività dei rimborsi, magari visionando i feedback che la riguardano e consultando le recensioni lasciate dagli utenti precedenti.

In generale, i parametri oggettivi a cui fare riferimento nella scelta del circuito di cashback sono, in primo luogo, la percentuale di riaccrediti, l’offerta di eventuali bonus (di benvenuto o di fedeltà, ad esempio) e di eventuali codici sconto e, non ultimo, il numero di negozi partner che conta e la loro qualità e reputazione.

Come si ottiene il cashback dopo l’acquisto

Il procedimento di accredito avviene in modo automatico, sulla base dell’accordo precedentemente perfezionato: completato l’ordine, la somma pari alla percentuale indicata per l’acquisto dello specifico prodotto, viene accreditata sul profilo che l’utente possiede all’interno del sito di cashback.

Al raggiungimento di una soglia minima (che generalmente va dai 30€ ai 50€, ma può essere fissata e variata in modo personalizzato), il denaro viene versato sul conto del cliente, dietro sua richiesta.

È possibile incrementare gli accrediti anche invitando altri utenti ad iscriversi al circuito di cashback, pubblicando un link di affiliazione a cui fare riferimento per l’iscrizione: quando uno degli “affiliati” all’utente principale effettua un acquisto, una percentuale degli introiti di cashback viene accreditata anche al referente, che in questo modo incrementerà i suoi guadagni anche indirettamente.

Differenze tra cashback, codici sconto e concorsi a premi

È il caso di precisare in cosa il cashback si differenzia rispetto ad altri meccanismi di scontistica o di risparmio generico e precisamente rispetto ai coupon, ai codici/buoni sconto e ai concorsi a premi.

In linea generale, si può affermare che i sistemi di scontistica e le vendite promozionali agiscono “subito” sul prezzo del bene o del servizio, mentre il cashback interviene invece in una fase successiva, attraverso il riaccredito di una parte della somma spesa.

Coupon e buoni sconto

Mentre i coupon e i codici sconto permettono di ottenere una riduzione del prezzo di acquisto di un prodotto o di un servizio, quindi agiscono immediatamente sul prezzo finale, il cashback agisce successivamente al pagamento, il cui importo prefissato dal venditore rimane invariato.

I buoni sconto, nello specifico, hanno solitamente una scadenza, oppure sono legati ad una promozione che ha una durata limitata al tempo prefissato per l’offerta. Viceversa, il riaccredito del cashback ha una validità, un’efficacia e una continuità che persistono per tutta la durata dell’accordo stipulato tra il venditore e il circuito erogante.

Di recente, comunque, quasi tutti i siti di cashback hanno una sezione dedicata ai coupon, liberamente scaricabili dagli utenti registrati e spendibili presso i negozi convenzionati. In questo modo, viene offerta una doppia opportunità di risparmio: quella preventiva sul prezzo finale del prodotto o del servizio, tramite lo sconto sul prezzo dato dal coupon e quella successiva al pagamento effettuato, data dal servizio di cashback.

Ti piacerebbe scoprire quali sono i codici sconto più usati nel 2020, visita la nostra pagina e lo saprai subito.

Concorsi a premi e raccolte punti

Quasi tutte le aziende produttrici indicano concorsi a premi, speciali manifestazioni che possono consistere anche in offerte promozionali, promettenti l’assegnazione di un bene “premio” correlata al preventivo acquisto di un altro bene o di un servizio. Ma un concorso può avere anche carattere gratuito, rappresentando così una operazione pubblicitaria e promozionale del prodotto aziendale.

Collegate idealmente ai concorsi a premi sono le “raccolte punti“, in cui l’attribuzione finale del bene oggetto di premio dipende dall’accumulare un determinato quantitativo di punti che gli daranno la possibilità di ottenere un premio, uno sconto o un altro beneficio.

Entrambe queste fattispecie si distinguono concettualmente dal cashback per il fatto che il beneficio concesso da quest’ultimo è sempre legato al singolo acquisto, mentre i concorsi e le raccolte a premi tendono a fidelizzare la clientela con la promessa di un riscontro successivo e condizionato ad un certo numero di acquisti.

Conclusioni e qualche suggerimento

Sfruttare meccanismi diversi di risparmio, consente al consumatore di accedere a prezzi più convenienti, entrando in un “circolo virtuoso”, realizzabile nel concreto con l’opportunità di usufruire in contemporanea di diverse metodologie.

Come abbiamo visto, gli ulteriori sistemi di scontistica permettono di trarre la massima utilità dal servizio di cashback, cumulando le differenti opportunità di risparmio sul prezzo e di accantonamento di somme da impiegare per gli acquisti futuri.

Anche in virtù di questa sinergia di meccanismi, il servizio di cashback si va affermando come uno dei sistemi di risparmio preferiti dal pubblico dei consumatori e viene mantenuto a lungo da chi lo utilizza, anche grazie alla sua versatilità: chiunque acquisti on line (ma è possibile applicare le stesse dinamiche anche agli acquisti in negozi fisici), sia che lo faccia per esigenze personali o di terzi, può ottenere benefici dal sistema di cashback.

Sintetizzando la nostra analisi possiamo affermare che un acquisto on line in regime di cashback, fornisce sempre un ritorno addizionale di utilità. Sia che si tratti di una piccola spesa o di altri beni più consistenti (grandi elettrodomestici, smartphone, PC), sia che riguardi l’acquisto di un servizio (hotel, voli aerei, assicurazioni, abbonamenti telefonici). La compravendita potrà essere effettuata con le consuete modalità e sul sito abitualmente frequentato, con il valore aggiunto di generare somme reali di denaro sul conto dell’acquirente.

6 Commenti

  1. Conosco molto bene il cashback e sono diversi anni che lo utilizzo con la mia tesserina tra i vari negozi online della mia città. Sono contenta che adesso sia disponibile anche online, ho già fatto 4 acquisti e funziona tutto correttamente. Grazie

  2. Ho raggiunto i miei primi 42€ con il cashback di Topnegozi e sono stato pagato. Bravi! Seri, professionali e veloci anche nei pagamenti! Lo consiglio!

  3. Io ho fatto i miei primi 4 acquisti e ha tracciato tutto correttamente. Speriamo che siano anche veloci nei pagamenti perchè per il momento sono tutti e 4 in attesa!

  4. Ho già fatto diversi acquisti con Topnegozi utilizzando negozi con cashback. Il sistema funziona correttamente, bisogna stare molto attenti a non cliccare su altri siti, quindi vi consiglio di cancellare i cookie, effettuare il login a Topnegozi e procedere con l’acquisto cliccando su un’offerta disponibile su Topnegozi. Se si seguono queste semplici regole i rimborsi vengono tracciati correttamente.

  5. Mi sono iscritta a dicembre 2019 e sono riuscita ad accumulare 52€. Ho fatto richiesta di pagamento con un buono Amazon ed è arrivato tutto! Tutto ok! consiglio! Funziona!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

In primo piano

Migliori siti cibo americano 100% USA: codici sconto validi

🕒 Tempo di lettura: 6 minuti - L'American Food da qualche tempo sta impazzando sul web e...

Dove acquistare mascherine chirurgiche al miglior prezzo

🕒 Tempo di lettura: 7 minuti – Con l'allentamento delle regole sul lockdown a partire dal 4 maggio, tutti...

Cashback Tannico: 19,50€ di rimborso sul primo acquisto!

🕒 Tempo di lettura: 6 minuti - Il vino è un piacere a cui pochi sanno rinunciare, il compagno...

Amazon Prime: quanto costa e cosa include

🕒 Tempo di lettura: 35 minuti - Visitando il sito Amazon, avrai notato come tantissimi articoli siano indicati con...